Siti
Navigare Facile

L''Affresco

La Tecnica dell'Affresco

La tecnica della pittura "a fresco" fu unanimamente la più utilizzata nel periodo medioevale e rinascimentale ,soprattutto per realizzare i grandi cicli pittorici all'interno delle cattedrali. Ricordiamo ad esempio ,in epoca medioevale,la Cappella degli Scrovegni di Giotto a Padova e in quella rinascimentale ,la Cappella Sistina di Michelangelo ,a Roma.

Essa consiste nello stendere il colore a tempera su una parete,il cui intonaco sia ancora bagnato ,in modo da poter penetrare durante l'asciugatura.Gli artisti realizzavano dei bozzetti che venivano poi riportati a misura reale sulle sinopie. I contorni dei disegni delle sinopie venivano poi forati con un punteruolo e con uno straccio sporco di carbone facevano passare la polvere nera sul muro, che andava a delimitare i contorni delle figure.

Il lavoro veniva suddiviso in giornate perchè l'intonaco anadva fatto di volta in volta per poter essere sempre fresco.Infatti ,tuttora,è possibile per gli studiosi verificare le giornate di lavoro di un affresco.